Joel "Strider" Cooke

Cacciatore di demoni

Description:

Capelli scuri, occhi glaciali. Alto e dall’aspetto tetro.

Bio:

Quando era poco più che un bambino, Strider fu posseduto da un demone. I genitori si rivolsero dapprima al segaossa locale per poi decidere di dare fondo ai risparmi della famiglia per interpellare medici famosi a est, ma senza risultati.
L’approfondita conoscenza biblica del padre di Joel lo convinse infine che nel corpo del figlio abitasse un demone. I genitori di Joel si rivolsero quindi a dei preti, ma quando anche gli uomini di fede fallirono, non restò loro che condurre il figlioletto presso uno sciamano pellerossa, che bandì il demone dal corpo del suo ospite e che definì l’entità “Manitù”.
Come pagamento per i propri servigi, lo sciamano chiese di poter insegnare al bimbo come combattere il male, al fine di crescerlo come un guerriero sacro.

Per mantenere la promessa del padre, Strider vaga da anni per il west, dando la caccia alle stesse entità demoniache di cui fu vittima.
Nel suo peregrinare, Cooke incontra un predicatore, il reverendo Graves, che gli racconta di come Dio talvolta gli parli attraverso i sogni per mostrargli la via. I due uniscono le forze per dare la caccia ad una creatura sovrannaturale che Strider ritiene essere un nephilim, il frutto dell’unione tra un angelo caduto e una donna mortale. La creatura sembrerebbe in grado di assumere sembianze differenti, ma Strider è convinto che il suo aspetto più recente sia quello di un tetro pistolero che si trascina appresso una cassa da morto.

La fine di Joel “Strider” Cooke

Durante la battaglia presso la villa oltre il cimitero, Strider scompare alla vista dei compagni nel caos scatenato dall’esplosione di una delle pareti della casa. Mentre John Doe e Pike Bishop affrontano Chiodo di Bara, uno dei membri del Quartetto d’Archi, il volto del loro nemico assume molteplici sembianze, fino a quella di Strider. Il cacciatore di demoni, impegnato in un’estenuante battaglia spirituale, racconta di essere stato risucchiato nelle ombre da Chiodo di Bara, attuale corpo ospite del nephilim, in cui convivono le anime di coloro i quali sono stati utilizzati come involucri o nutrimento dalla creatura. Strider riesce a dare qualche istante ai suoi alleati per spaccare a revolverate il cuore di Chiodo di Bara, ma ciò determina la morte dello stesso Strider, immolatosi coraggiosamente perché i suoi compagni possano sopravvivere e continuare a combattere.

Joel "Strider" Cooke

Go West! OntharKane